Emorroidi: cosa mangiare e cosa non mangiare

Le emorroidi sono un problema che secondo le ultime statistiche affligge circa il 50% della popolazione oltre i 30 anni.

Si pensa che il numero reale sia maggiore in quanto molte persone sono restie ad ammettere di soffrire di emorroidi, altre non sanno nemmeno di soffrire di questa patologia (specialmente se si tratta delle prime fasi della malattia).

Le emorroidi sono delle vene nella zona del retto, i vasi sanguigni gonfiandosi portano allo sviluppo della patologia emorroidaria.

I sintomi principali sono bruciore, prurito, gonfiore e nelle fasi avanzate della malattia anche un dolore intenso (come nel caso di emorroidi trombizzate).

La causa esatta delle emorroidi non è ancora stata identificata, principalmente per il fatto che i fattori che portano a sviluppare le emorroidi sono molteplici e vanno da uno stile di vita sregolato a stitichezza ad elevati livelli di stress, sovrappeso, poco movimento, cattiva alimentazione etc.

Da una cattiva alimentazione dipendono il nostro essere in sovrappeso, problemi di stitichezza o diarrea e problemi digestivi.

Una dieta sana ed equilibrata associata ad un blando esercizio fisico possono non solo prevenire ma anche curare le emorroidi.

Il problema è capire cosa mangiare e cosa non mangiare in caso di emorroidi, qual’è la corretta alimentazione in caso di emorroidi?

Cosa mangiare in caso di emorroidi

Ecco alcune categorie di cibi da mangiare in caso di emorroidi:

1. Fibre

Una dieta ricca di fibre può essere utile in caso di emorroidi.

Molti problemi di emorroidi possono essere risolti aggiungendo una porzione di fibre nella dieta.

Molti problemi intestinali come la stitichezza o gli elevati sforzi per evacuare feci secche e dure potrebbero essere evitati aumentando l’apporto di fibra nella dieta.

Una dieta ricca di fibre contribuisce a combattere la stitichezza che è una delle cause della formazione di emorroidi.

2. Acqua

Il nostro corpo è formato al 78% da acqua quindi è una buona idea mantenerlo costantemente idratato. Bere almeno 8-10 bicchieri di acqua ogni giorno è importante soprattutto se si aumenta l’apporto di fibre nell’alimentazione quotidiana.

Le fibre favoriscono il transito intestinale ma senza un’adeguata idratazione finiranno per portare alla formazione di feci compatte e difficili da espellere.

Aumentare l’idratazione consente di scongiurare il rischio di stitichezza e si favorisce la naturale regolarità intestinale.

3. Verdura

Le verdure, specialmente quelle a foglia verde sono una fonte immediata di fibra alimentare.

4. Frutta

La frutta, essendo un’ottima fonte di fibre e di acqua è ideale per facilitare il transito intestinale ed evitare problemi di stitichezza.

L’unica accortezza è quella di acquistare frutta preferibilmente biologica in quanto oggi la maggior parte della frutta è spruzzata con pesticidi che purtroppo non si fermano solo sulla buccia ma finiscono per essere assorbiti dal nostro corpo andando ad alimentare l’infiammazione delle emorroidi.

Cosa non mangiare in caso di emorroidi

Ecco alcune le categorie di cibi da evitare in caso di emorroidi:

1. Cibi fritti

I cibi fritti sono da evitare a tutti i costi in quanto contengono oli idrogenati che creano tossicità nell’organismo andando ad alimentare l’infiammazione delle emorroidi.

2. Cibi raffinati e processati

I cibi raffinati e processati industrialmente, una volta nel nostro corpo, formano una patina collosa che ricopre il tratto intestinale.

Questa patina impedisce l’assorbimento delle sostanze nutritive e permette alle tossine di restare più a lungo nell’intestino.

3. Spezie piccanti

Le spezie piccanti come peperoncino e pepe possono infiammare ulteriormente le emorroidi ed irritare l’intestino perché creano bruciore nell’ultimo tratto del colon e secchezza della mucosa intestinale..

4. Alcool

L’alcool acidifica il sangue e questa costante acidità danneggia la flora batterica intestinale aumentando l’infiammazione della mucosa intestinale che peggiora le emorroidi.

5. Pane bianco

Il pane bianco, essendo formato a partire da farina raffinata, non contiene fibre (oltre al problema di contenere glutine) e alimenti senza fibre possono portare a soffrire di stitichezza che è una delle cause di emorroidi.

Questi cibi sono presenti tutti i giorni sulle nostre tavole e la cosa peggiore è che siamo inconsapevoli dei danni che creano alla nostra salute.

Annunci